Secondo incontro S/Murare Palestina

Lo Stato d’Israele non è solo la potenza occupante in Cisgiordania, Gerusalemme est e Gaza. E’ anche uno dei produttori di servizi e tecnologie di sicurezza più all’avanguardia al mondo. In cosa consiste il complesso militar-industriale israeliano e che ruolo gioca nel contesto internazionale e israelo-palestinese in modo particolare? Non sono tanto le lobby ebraiche a influenzare le politiche di stati europei e nordamericani nei confronti di Israele. Piuttosto è l’esistenza di lobby politico-economiche pro-israeliane in Francia, Inghilterra, Germania, Italia e Stati Uniti che difendono il business internazionale della sicurezza e della vendita di armi a permettere di meglio spiegare il silenzio dei governi occidentali durante l’ultima guerra a Gaza (come nelle precedenti). Un’escursione nel mondo opaco della ‘sicurezza’ e degli armamenti, dei costi e dei profitti del complesso militar-industriale israeliano svela  alcuni lati nascosti dell’appoggio incondizionato allo Stato ebraico. Alla luce di questo, come difendere il diritto alla resistenza della Palestina e del diritto all’autodifesa di Israele? E quanto la situazione sofferta dai Palestinesi per tanti aspetti ricorda e richiama l’oppressione culturale,  civile e sociale sofferta da altri esseri umani all’interno del loro stesso paese in Occidente  come in Oriente, al Sud come al Nord?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...