QUESTIONE MERIDIONALE ANO GLOBAL SOUTH: IF THE ITALIAN SOUTH MEETS ITS GLOBAL BROTHER by Luigi Cazzato

Il saggio prova ad affrontare la vexata questio meridionale alla luce di quello che è
stato il dibattito italiano negli ultimi anni a partire dai benevoli influssi degli studi
postcoloniali e del cosiddetto “pensiero meridiano”. Partendo dall’imagery africana
dominante (orientalista e non) con cui spesso il sud d’Italia è stato descritto
(immagini legate all’idea di natura selvaggia e cultura arretrata), si cerca di
leggere lo scontro awenuto fra modernità e tradizione attraverso le categorie
gramsciane egemonia/subalternità e l’ermeneutica del ri-morso di E. De Martino.
Questo approccio sembra di interrogare e valutare meglio la storia del famigerato
“ritardo” del Mezzogiorno, storicamente misurato attraverso i parametri
“settentrionali” dell’ideologia modernista del progresso, e, soprattutto, di rimuovere
quel velo culturale che impedisce di vedere la storia di questa regione del
Mediterraneo come storia postcoloniale. Infine , si cerca di raccontare che cosa
awiene quando il sud italiano (che è però nord del pianeta) e quello globale si
incontrano, e che cosa questa esperienza potrebbe insegnare al pianeta, inteso
demartinianamente, come terra globale del rimorso.

2008_ISSA – Questione meridionale and global south